it | de | en | nl

NEWSLETTER

Per tenerti aggiornato sugli eventi o promozioni, iscriviti alla nostra newsletterPrivacy

ATTESTATO DI QUALITA’

Certificazione

UNI EN ISO 14001

Last minute

Promo

Attività

Trek

PREVISIONI METEO

Meteo

Il Lago d’Idro

Il Lago d'Idro o Eridio è un lago di origine glaciale sito nella Provincia di Brescia ai confini con il Trentino.
Posto a 368 metri sul livello del mare è formato dalle acque del fiume Chiese che ne è anche l'emissario.
La sua superficie è di circa 11 km² e raggiunge una profondità massima di 122 metri.


Sulle sue sponde sorgono le frazioni dei comuni di Idro, Anfo e Bagolino.


Essendo il più piccolo dei tre laghi della provincia di Brescia mantiene quella tranquillità e la pace indispensabili per una vacanza rilassante. Grazie alla costanza dei venti e allo scarso moto ondoso è l’ambiente ideale per la pratica degli sport d'acqua quali il canottaggio, la vela, il windsurf.


Ideale anche per la pesca sportiva ed il nuoto nelle sue fresche acque. Dalle spiagge partono direttamente numerosi sentieri per l’ascesa alle montagne circostanti, fitte di boschi, caratterizzati dalla presenza di essenze e fiori rari.

 

La Valle Sabbia

La Valsabbia dal punto di vista geografico si intende essenzialmente quel territorio che va dalla stretta di Tormini sino alle valli trentine, a nord del lago d'Idro.

Dai colli morenici del lago di Garda sale lungo il corso del fiume Chiese, incontrando numerosi paesi caratteristici.

L’ambiente estremamente diversificato si offre alla vista del visitatore, scoprendo mutevoli aspetti nella campagna lungo il fiume e nelle convalli laterali.

 

A destra e a sinistra si susseguono i monti da un lato verso la Valtrompia e dall’altro verso la zona dell'alto Garda. Man mano si procede verso nord, le cime si fanno più aspre ed il paesaggio più montano, fino alla Corna Blacca che domina i borghi delle Pertiche ed il lago d'Idro, che chiude la valle verso il Trentino.

Al termine del lago d'Idro, sulla sinistra, inizia la Valle del Caffaro  con il borgo di Bagolino, ricco di storia e di tradizioni, al culmine della quale il Cornone del Blumone, con i suoi 2830 m., è la montagna più alta della Valsabbia.

La zona della Valsabbia è stata interessata da insediamenti umani già in epoche remote.

Prima le popolazioni retiche che hanno lasciato i segni della loro presenza sul dosso di Castel Antic a Idro.

Sono poi venuti poi i Cenomani, stanziatisi nelle zone più comode, prima dell’arrivo dei Romani, che hanno portato i loro costumi e le loro abitudini.

 

Dopo la venuta dei Longobardi e poi dei Franchi, la Valsabbia è entrata a far parte della Repubblica di Venezia, godendo di notevoli autonomie e di agevolazioni economiche e fiscali, fino al 1799, con l'avvento dei Francesi per un breve periodo. Dopo la parentesi del governo austriaco, nel 1860 è diventata parte dell’Italia unita.

Le complesse vicende storiche che hanno interessato la Valle han lasciato profondi segni nel patrimonio artistico e culturale ed hanno contribuito però a mantenere intatto il fascino dell’ambiente naturale che la caratterizzano: la fauna, la flora, i prati, i boschi, le rocce, l’acqua.

 

La Provincia di Brescia

La Provincia di Brescia, la più estesa della Lombardia (circa 1.250.000 abitanti), vanta tre laghi più numerosi laghetti di montagna, tre valli più altre valli minori, la pianura e le colline.

Il territorio provinciale comprende:


quasi tutta la Val Camonica, percorsa dal fiume Oglio a monte del Lago d’Iseo (Sebino), e la sponda orientale del lago;
la la Valtrompia, con il fiume Mella;
la Valle Sabbia, percorsa dal fiume Chiese fino al Lago di Idro (Eridio);
gran parte della sponda occidentale e di quella meridionale del Lago di Garda (Benaco);
la fascia pedemontana tra i laghi di Garda e d'Iseo e le aree collinari della Franciacorta e di parte dei colli morenici del Garda;


un'ampia area della pianura in gran parte compresa tra l'Oglio e il Chiese denominata Bassa Bresciana..
Grazie alla varietà altitudinale e morfologica, nonché della presenza di grandi laghi, la Provincia di Brescia comprende tutti i tipi di biomi dell'Europa: da qualcosa di simile alla macchia mediterranea fino alle nevi perenni dell'Adamello (col più grande ghiacciaio delle Alpi italiane).
La città capoluogo della provincia, Brescia, soprannominata la "Leonessa d'Italia", è una città di circa 200.000 abitanti, conserva numerose testimonianze storiche ed artistiche del passato.

 

«Lieta del fato Brescia raccoltemi,
Brescia la forte, Brescia la ferrea,
Brescia leonessa d'Italia.»
G. Carducci

Aggiungi ai preferiti Invia pagina Stampa

Foto particolari

prev
next

Residence Vico ****

Via Indipendenza - 25074 Idro (BS) - Italy | Tel +39 0365.823824 - Fax +39 0365.823824 - Cell +39 347.0433938 | E-mail: info@residencevicoidro.it
WIKO S.r.l. - Via Indipendenza - 25074 IDRO (Brescia) Italia - C.f. e num. di iscr. al Reg. delle Imp. di Brescia 02403690981 - R.E.A. N. 446840 - Cap. soc. € 100.000 i.v.

MADE IN KUMBE